Detenevano uccelli di specie protetta e trappole in una mansarda. Padre e figlio sono stati denunciati a Marsala nel corso di una operazione antibracconaggio eseguita dalle guardie zoofile Nogez del distaccamento di Erice di concerto con i carabinieri e personale di Stop crimes Italia.

Sono stati scoperti, in contrada Amabilina, 2 box in lamiera contenenti decine di cardellini e quattro reti da uccellagione, nascoste all’interno di un frigo, nonchè decine di gabbie da richiamo.

I segnalati all’autorità giudiziaria hanno 38 e 18 anni e devono rispondere di ricettazione, maltrattamenti di animali e detezione illegale di fauna selvatica protetta.

“Siamo davanti ad un fenomeno sociale – dice Claudio La Commare, dirigente Nogez – che non trova adeguato contrasto da parte delle autorità preposte. Le pene, inoltre, sono troppo blande rispetto al danno che viene arrecato alla collettività”.

In pratica si apriranno i lavori dell’eco distretto Alto Chiascio, che avrà come oggetto lo stato di salute delle matrici ambientali: aria, suolo e acqua del territorio, nonché le conseguenti dinamiche epidemiologiche.
Sarà possibile seguire la videoconferenza collegandosi al sito del Comune di Gubbio, dove la stessa sarà trasmessa in diretta streaming al seguente link https://gubbio.halleymedia.com/live143-AUDIT-Ambiente.html o direttamente il sito del Comune di Gubbio la conferenza la troverete nella home page

Il N.O.G.E.Z. interviene su tanti fronti a tutela degli animali, e in questi giorni non sono mancati gli abbandoni. In questo caso ci siamo adoperati anche per adozioni di 3 cuccioli, fratelli fra loro, la fortuna ha voluto che le famiglie adottanti sono parenti e amici tra loro, cosi i cucciolotti potranno vedersi e giocare insieme. Sono state adozioni stupende e grazie anche al lavoro delle volontarie che li hanno recuperati in Abruzzo.

Ad Erice è attivo il distaccamento delle Guardie Ecozoofile Ambientali NOGEZ. L’associazione opera in tutto il territorio nazionale contro le attività e le azioni illecite contro gli animali e l’ambiente. 

“Le Guardie  Zoofile sono a disposizione del cittadino per rieducare a livello comportamentale quegli animali che per troppo tempo hanno vissuto senza regole a causa di maltrattamenti o randagismo.  Tra gli altri compiti dell’associazione c’è la prevenzione e la soppressione dei reati a danno degli animali, del patrimonio zootecnico e della fauna selvatica ma anche l’organizzazione di campagne di sensibilizzazione e di vigilanza sul rispetto delle leggi in materia di smaltimento dei rifiuti e delle acque, dissesto del territorio e discariche abusive” – si legge in un comunicato dell’associazione. 

Il distaccamento che ha come responsabile provinciale Claudio La Commare si trova ad Erice Casa Santa nella via Simeto. Sono aperte le iscrizioni per diventare Guardie Ecozoofile. Per informazioni ed iscrizione chiamare il numero 3387676165.

Il Nucleo Operativo Guardie Eco Zoofile (Nogez) in campo in Irpinia per la tutela dell’ambiente e degli animali. L’associazione di protezione ambientale, riconosciuta a livello nazionale e guidata in Irpinia dal responsabile provinciale Ernesto Cetro, che punta a contrastare le attività e le azioni illecite ai danni dell’ambiente  degli animali, ha avviato da giorni una serie di controlli in Irpinia contro gli sversamenti illeciti, le discariche abusive, i reati ambientali e contro gli animali.
Nella giornata di ieri squadre di volontari sono entrati in azione sul territorio di Atripalda, sul monte Terminio e a Volturara. «Ad Atripalda abbiamo fatto una perlustrazione al parco pubblico San Gregorio per scongiurare la presenza di discariche abusive e alla ricerca di possibili sversamenti – racconta Antonio Cucciniello –. Controlli che sono stati estesi anche sul monde Terminio e a Volturara Irpinia con altre tre squadre diverse. Nella cittadina del Sabato abbiamo effettuato anche dei controlli contro le deiezioni canine, il rispetto della legge con il cane che venga portato a guinzaglio e sia dotato di microchip. Il nostro intento non solo è di prevenire ma anche di educare il cittadino» .
Un’attività di prevenzione che le guardie zoofile Nogez  promuovono  per una consapevole conservazione e valorizzazione dell´ambiente e della natura.

«Come reparto effettuiamo campagne di sensibilizzazione e di vigilanza sul rispetto delle leggi, contribuendo allo sviluppo e alle attività connesse alla conservazione del patrimonio naturale e paesaggistico operando in settori delicati e strategici come il corretto smaltimento dei rifiuti da parte di aziende, professionisti e cittadini – prosegue Antonio Cucciniello -. Ed ancora sullo smaltimento delle acque di lavorazione e domestiche, dissesto del territorio e discariche abusive. Collaboriamo con le autorità competenti e le Forze dell´Ordine».
Le guardie zoofile contrastano il crimine anche con l’ausilio di droni,  «nel rispetto della normativa in merito. Siamo tra le prime Associazioni Onlus organizzate aventi, tra gli associati, abilitati all’utilizzo dei droni. Un servizio di monitoraggio aereo con droni per contrastare gli illeciti contro l’ambiente e gli animali».
Non solo tutela ambientale ma anche tutela degli animali:  «Siamo a disposizione del cittadino, per rieducare a livello comportamentale. Combattiamo i maltrattamenti e il randagismo. Inoltre  interveniamo anche per esigenze inerenti ad aree contaminate da veleni che potrebbero nuocere ad animali ed esseri umani qualora fossero ingeriti.  Inoltre ci occupiamo della prevenzione e soppressione dei reati a danno degli animali domestici, del patrimonio zootecnico e della fauna selvatica» conclude Cucciniello.
Giorni fa la quadra ha anche rinvenuto una discarica abusiva in territorio di Manocalzati.

PESCHIERA BORROMEO – Stop ai maltrattamenti nei confronti degli animali sul territorio, questo grazie alla presenza del NOGEZ, il nucleo operativo Guardie eco-Zoofile. Oggi l’UDA, Ufficio Diritto Animali, di Peschiera, può contare su un supporto in più nella lotta ai reati contro gli animali, ovvero il NOGEZ Lombardia, il cui comandante è l’ufficiale Diana Bertona, da sempre in prima linea per la salvaguardia di ogni tipologia di essere vivente. 
In pochi purtroppo conoscono questa specifica Polizia Giudiziaria, ma tutti possono avvalersi dei mezzi di comunicazione per segnalare episodi di vessazione, malnutrizione e incuria in cui versano non solo cani e gatti, bensì persino animali esotici e volatili. «Ormai gli Animali sono parte della nostra famiglia – spiega Diana Bertona – e da un punto di vista legislativo sono considerati esseri senzienti, ovvero dotati di sentimento. Sono tutelati e difesi anche da precise norme, sia del codice civile, la cui trasgressione comporta sanzione amministrativa, e sia dal nostro codice penale , ove sono previste pene che possono andare dall’ammenda all’arresto. Molti sono i comuni che hanno istituito un Ufficio dedicato ai diritti degli Animali, grazie anche a dei Fondi che Regione Lombardia ha destinato per tale progetto. L’UDA di peschiera Borromeo ora si avvale, oltre che della preziosa collaborazione della Polizia Locale, anche delle nostre Guardie Eco-Zoofile». 
Per contrastare le attività e le azioni illecite ai danni dell’ambiente e degli animali, i cittadini sono la prima fonte di informazioni, per tale motivo, si può contattare il NOGEZ inviando una mail a: info@nogez.it o chiamando il 388.10.47.314.